Progetto

Bicinrosa mira a sensibilizzare le donne, e la popolazione in generale, sull’importanza della prevenzione del tumore al seno attraverso lo sport e una dieta sana per ridurre il rischio di carcinoma mammario.  Partecipando all’evento – che si terrà a Roma domenica 22 settembre – si contribuirà proprio alla formazione e alla ricerca su questa patologia.

Nel 2018 i nuovi casi di tumore al Seno in Italia sono stati circa 52.800. Il tumore al seno è la neoplasia più frequente nelle donne, nella fascia di età più giovane (0/49 anni) rappresenta il 41% dei tumori. In generale il trend di incidenza in Italia appare in lieve aumento (+0,3% per anno) di contro continua a calare in maniera significativa la mortalità (-0,9% per anno). La sopravvivenza delle donne affette da tumore al seno a 5 anni in Italia è pari all’87%, dopo i 10 anni dalla diagnosi è pari all’80%. Attualmente in Italia vivono 800.000 donne che hanno avuto una diagnosi di tumore al seno.

Il rischio di ammalarsi di tumore al seno aumenta con l’avanzare degli anni, nella fascia di età più a rischio 50-69 anni è del 5,4% (1 donna su 18). Fattori di rischio come l’elevato consumo di alcool, l’obesità e la sindrome metabolica, associati a sedentarietà e diete ipercaloriche ricche di grassi e carboidrati semplici, aumentano in maniera significativa il rischio di ammalarsi di tumore al seno.

L’indicazione è dunque di praticare regolare attività fisica, aggiungendo alla classica camminata quotidiana anche un impegno ulteriore in palestra, in bicicletta, in piscina, nella corsa, nel ballo o in qualsiasi attività sportiva di proprio gradimento.

La prevenzione del tumore al seno passa anche attraverso lo stile di vita. Un’alimentazione equilibrata, basata sui principi della dieta mediterranea, lo svolgimento di una regolare attività fisica, l’astensione dal fumo e un consumo moderato di alcolici sono ad oggi considerati strumenti efficaci di prevenzione dell’insorgenza del tumore al seno e delle recidive nelle donne operate (documento)

Gli obiettivi specifici della manifestazione sono:

  1. richiamare l’attenzione della popolazione sul tema dell’importanza dello sport e di un’alimentazione sana per la prevenzione del tumore al seno
  2. dare visibilità alle donne che hanno già affrontato il problema e che  lo vivono con spirito positivo e di speranza
  3. far conoscere le possibilità di cura presso le Breast Unit o centri di senologia multidisciplinari, che permettono alla donna di affrontare il tumore al seno con la sicurezza di essere seguita da un team di specialisti dedicati, curata secondo i più alti standard europei, e accompagnata nell’intero percorso di malattia.  N.B: si stima che le donne trattate in questi centri hanno una percentuale di sopravvivenza più alta del 18% rispetto a chi si rivolge a strutture non specializzate, e hanno anche una migliore qualità di vita
  4. richiamare l’attenzione dei media e delle istituzioni sul tema della prevenzione e cura del tumore al seno
  5. raccogliere fondi da destinare alla formazione e ricerca per il tumore al seno
  6. dare visibilità alle politiche dell’Unione europea sul cancro al seno

 

 

Contattaci

[contact-form-7 id="60" title="Modulo di contatto 1"]